Il problema di Malta

Malta era un problema serio per i tedeschi. La loro forza aerea e U-Boot erano dominanti nelle basi occidentali del Mediterraneo, ma la RAF a Malta e la forza navale di stanza causò una grande quantità di danni ai tedeschi che tentavano di rifornire gli Afrika Korps in Nord Africa.

L’attacco a MHMS_Ark_Royal_h85716alta

Malta subì un pesante e distruttivo martellamento dal cielo e per ciò ricevette una medaglia all’onore da Re Giorgio VI per l’eroismo dimostrato da tutta la popolazione. Tuttavia, dalla tarda primavera del 1942, ci fu un vero e proprio timore che l’isola sarebbe stata invasa e che i tedeschi avrebbero avuto mano il via libera per quanto riguarda la fornitura degli Afrika Korps.

Montgomery contro Rommel

Entro la fine di agosto 1942, Montgomery era pronto. Sapeva che Rommel avrebbe usato poco combustibile e che i tedeschi non avrebbero potuto sostenere una lunga campagna. Quando Rommel attaccò, Montgomery stava dormendo.

Gli alleati avevano collocato un enorme numero di mine a sud di El Alamein al Alam Halfa. Carri armati, i cosiddetti Panzer, tedeschi furono gravemente colpiti da queste mine e quelli che riuscirono a farla franca furono dei facili bersagli per gli Alleati.

L’attacco di Rommel iniziò male e sembrava che i suoi Afrika Korps sarebbero stati spazzati via. Egli ordinò ai suoi carri armati di spostarsi a nord e venne aiutato dal fato e dalla natura. Una tempesta di sabbia diede un’ottima copertura ai suoi carri armati tanto necessaria contro i voraci caccia inglesi.

Tuttavia, una volta che la tempesta di sabbia passò, l’armata di Rommel venne colpita dai bombardieri alleati che martellarono la zona in cui gli Afrika Korps avevano i loro carri armati. Rommel non ebbe altra possibilità che ritirarsi. Egli si aspettava che Armata di Montgomery lo seguisse come da procedura militare standard. Tuttavia, ‘Monty’ non riuscì a farlo. Lui non era pronto per un’offensiva e ordinò ai suoi uomini di restare e di tenere una linea difensiva decisiva.

Leave a Reply