La seconda guerra mondiale

La seconda guerra mondiale è stato l’evento più tragico di tutto il ‘900. Oltre ad aver segnato un’epoca, ha lasciato dentro le persone che l’hanno vissuta dei ricordi traumatici.

Per questo, ci è sembrato interessante approfondire la dinamica delle varie battaglie, le strategie utilizzate dai vari comandanti per attaccare il nemico, le personalità che si sono distinte in questa occasione e molte altre cose.

Dall’invasione della Polonia in poi, è stato un susseguirsi di battaglie molto veloci, tanto che il modo di attaccare tedesco era stato definito “guerra lampo”, in tedesco Blitzkrieg.

La seconda guerra mondiale in breve

La seconda guerra mondiale è stata probabilmente il periodo più significativo del 20 ° secolo. Oltre agli aspetti negativi, la guerra ha dato inizio ad una vera e propria fase di cambiamenti. Ha portato grandi passi avanti nella tecnologia e gettato le basi che hanno permesso i cambiamenti sociali del dopoguerra, tra cui la fine del colonialismo europeo, il movimento per i diritti civili negli Stati Uniti e il moderno movimento per i diritti delle donne, così come i programmi per esplorare lo spazio.

I combattenti principali erano le nazioni dell’Asse (Germania nazista, Italia fascista, Giappone imperiale e gli alleati più piccoli) e le nazioni alleate, guidate dalla Gran Bretagna (insieme alle nazioni del Commonwealth), l’Unione delle Repubbliche Socialiste Sovietiche e gli Stati Uniti d’America.

Gli alleati hanno vinto la guerra. Le due superpotenze, USA e URSS, dopo la fine della seconda guerra mondiale, hanno iniziato una guerra fredda che sarebbe durata gran parte del secolo in corso.