Lo sbarco in Normandia

Una delle parti fondamentali e cruciali della Seconda Guerra Mondiale si è svolta in Normandia perché rappresenta la disfatta tedesca.

La battaglia in NoCqHK0V9XEAAS0HTrmandia, chiamata anche Operazione Overlord, consistette nell’invasione alleata dell’Europa occidentale il 6 giugno 1944 (il più celebre D-Day della guerra), con l’atterraggio simultaneo di Stati Uniti, Inghilterra e Canada. Entro la fine dell’agosto 1944, la Francia settentrionale fu liberata e le forze d’invasione riorganizzate per l’unità in Germania, dove si sarebbero poi incontrate con le forze sovietiche che avanzavano da est per porre fine al Reich nazista.

Normandia, Giugno-Luglio 1944

Per molte persone nel Regno Unito, il D-Day (avvenuto il 6 giugno) e le seguenti sei settimane di combattimenti avvenuti in Normandia furono la più ovvia vittoria di significato: essa permise la rapida liberazione dell’Europa occidentale.

La complessità tecnica di portare enormi eserciti in gran parte non sperimentati attraverso il canale della Manica e la fornitura di questi ultimi fu impressionante. I tedeschi pensavano di avere una buona occasione per respingere ogni invasione ma la loro speranza sfociò in un pesante sconfitta.

Dopo il D-Day Hitler scelse di montare una difesa ostinata della regione della Normandia e, quando il principale attacco americano avvenne, alla fine di luglio, le forze di difesa ebbero un’altra scelta oltre che battere una rapida ritirata verso il confine con la Germania.

Operazione ‘Bagration’, Giugno-Luglio 1944

L’offensiva sovietica in Bielorussia, tre settimane dopo il D-Day, fu la più grande la battaglia di Normandia.

Sorpreso dalla posizione dell’attacco, i tedeschi furono poi travolti dal ritmo e la natura ininterrotta dell’anticipo – entro sei settimane un intero esercito era stato distrutto, la maggior parte del territorio sovietico era stata liberata, e cosa più importante stavano avanzando verso la Polonia centrale per liberarla. La pressione di ‘Bagration’ favorì l’avanzata anglo-americana dalla Normandia.

La maggiore importanza dell’offensiva (che andava a braccetto con la defezione della Romania nel mese di agosto) fu che l’Armata Rossa avrebbe terminato la guerra in controllo di tutta l’Europa orientale.

Leave a Reply